Riserva dei Calanchi

La Riserva Naturale Regionale, Oasi WWF Calanchi di Atri, si trova nel Comune di Atri (Te) a pochissimi km dalla nostra amata SILVI; un’area che si estende per circa 400 ettari e presenta una delle forme più affascinanti del paesaggio collinare adriatico: i famosi calanchi, cioè maestose architetture naturali note anche con il nome di “Bolge” o “Scrimoni”. L’aspetto severo ed imponente di queste formazioni deriva da una forma di erosione dinamica, provocata dalle passate deforestazioni e favorita dai continui disseccamenti e dilavamenti che agiscono sulla conformazione argillosa del terreno, rendendo così visibili numerosi fossili marini; ed è proprio per questo che in poco spazio, sono presenti habitat diversificati.

In Abruzzo, i calanchi sono presenti in numerose zone collinari, ma solo ad Atri caratterizzano così fortemente il paesaggio,oltre a questo elemento molto caratteristico, possiamo trovare, nelle zone limitrofe: fossi, laghetti, macchie, boscaglie e campi coltivati che formano un mosaico in continua evoluzione.
Nonostante la presenza dei calanchi possa far pensare ad un ambiente difficile per la vita delle piante, la Riserva ospita numerose specie, che si sono specializzate a vivere in condizioni di estremo disagio, come le specie pioniere – per lo più xerofile (resistenti all’aridità) – che si sono insediate in questo spettacolare ma angusto territorio.